Cosa posso mangiare al posto della bresaola?

La bresaola non è fatta solo con carne di manzo, anche la bresaola di carne di cavallo sta diventando abbastanza popolare. Puoi facilmente identificare le diverse bresaole dal colore della loro carne, la bresaola di manzo è di solito di dimensioni più grandi ed ha una tonalità più chiara rispetto alla bresaola di cavallo. La bresaola con conservanti e’ molto rossa, non e’ il vero colore della carne. la bresaola senza conservanti, oltre ad essere ovviamente più sana e’ più scura.

Tuttavia Giò Porro fornisce una linea guida relativa alle seguenti Bresaole, tutte rigorosamente senza conservanti (le uniche sul mercato).

– Bresaola Rosè : prodotta da sola punta d’anca, bovini macellati e selezionati in ITALIA, lavorata fresca e certificata HALAL. Al palato presenta un gusto molto neutro e fresco.
– Bresaola Angus : prodotta da sola punta d’anca di bovini Black Angus americano, lavorata fresca, con finissaggio prima della macellazione di 150 giorni a grano, al palato presenta un gusto intenso e fibroso.  Si tratta di una carne bovina pregiata, con una percentuale di grasso piuttosto alta (su 100 grammi contiene il 18% di grassi e l’82% di proteine).
– Bresaola Wagyu : prodotta da punta d’anca di bovini di razza giapponese Wagyu, lavorata fresca, con finitura prima della macellazione di 300 giorni a grano, al palato presenta un gusto più dolce. La caratteristica principale della carne Wagyu è la “marmorizzazione”, ovvero le sottili venature di grasso che danno ai vari pezzi un aspetto simile a quello del marmo rosso. Ciò conferisce alla carne una consistenza morbidissima. Ma anche un aroma ricco e un sapore inconfondibile. Si può avvertire, infatti, la nota di dolcezza che la rende assolutamente unica.
– Bresaola di Tacchino: Viene ottenuto dal sezionamento e lavorazione di petti di tacchino interi e realizzato tramite salagione con aromi, asciugatura e lunga maturazione. Leggera e delicata, è ideale per un regime alimentare controllato.

Quali sono gli affettati più magri?

  • La bresaola Giò Porro: con circa 159 calorie ogni 90 grammi, è povera di grassi e ricca di proteine, spesso consigliata nelle diete dimagranti, e ha origine nella Valtellina;
  • La mortadella: Con circa 288 calorie ogni 100 grammi, raccomandata nelle diete dimagranti onnivore, ricca di vitamina B1 e B2;
  • Fesa di tacchino Giò Porro: con 141 calorie ogni 90 grammi, ricca di proteine e basso contenuto di grassi;
  • Prosciutto crudo: con 230 calorie ogni 100 grammi, ricco di proteine e provo di carboidrati.

Quanto affettato si può mangiare?

Gli affettati, Gli insaccati di solito molto grassi e ricchi di sale, vanno consumati solo occasionalmente mentre la bresaola, essendo molto più magra, è consentita molto più spesso durante la settimana.

Calorie per fetta

Per quanto riguarda le calorie per fetta della bresaola della Valtellina Gio’Porro Rose’ (qualità’ bovino allevato in Italia) sono bassissime: 159 calorie per 90gr !!

Consigli su come mangiare la bresaola

Puoi mangiarla come antipasto, prima di iniziare un pasto principale durante il pranzo o la cena. Per ottenere il meglio dalla tua Bresaola, mangiala il più fresco possibile, non appena la affetti o non appena apri la busta.

Tradizionalmente viene gustata in modo semplice e a temperatura ambiente. Tuttavia, se vuoi sperimentare, puoi prepararla come il carpaccio se vuoi assaporare la carne, ma puoi anche servirla con insalata, assortimento di vari formaggi, pane e un bicchiere di vino.

Potrai trovare sul sito Gio’Porro tante nuove ricette che verranno indicate e studiate insieme a gli Chef stellati, periodicamente!

Visita lo SHOP Giò Porro e scopri la bresaola più adatta alle tue esigenze!

Lascia un commento