Ricetta bresaola, caprino e rucola

Ricetta bresaolaRicetta Bresaola Giò Porro ideata da Andrea Ribaldone coordinatore della ristorazione di Identità Golose Milano intepreta:

Ricetta bresaola, caprino e rucola

Ingredienti per 4 persone

  • 400 g di Bresaola Rosè Giò Porro (pezzo intero)
  • 300 g di formaggio caprino fresco Roccaverano
  • 15 g di kuzu in polvere
  • 100 ml di latte intero
  • 100 g di rucola
  • 50 g di erbe amare spontanee e fiori eduli
  • 4 bucce di cipolla gialla

Procedimento Ricetta bresaola Giò Porro

  1. Frullare la formaggetta di Roccaverano con il latte. Scaldare a fiamma dolce continuando a mescolare, aggiungere la polvere di kuzu e togliere dalla fiamma.
  2. Porre la formaggetta divisa in parti uguali in piatti fondi, coprire con pellicola e ripassare in forno a vapore 120 °C finché il preparato non assume una consistenza gelatinosa (circa 3 minuti).
  3. Mettere a bollire un litro d’acqua, aggiungere le bucce di cipolla e 300 g di bresaola tagliata a dadolata grossolana. Far cuocere per circa un’ora a fiamma dolce.
  4. Preparare una misticanza di rucola, erbe amare e fiori; cubettare la restante parte di bresaola e posizionare il tutto sopra la gelatina di formaggio.
  5. Irrorare con il brodo tiepido di bresaola la portata e servire.

BRESAOLAZERO® è una NUOVA ed UNICA bresaola prodotta con il METODOZERO® il quale prevede:
– Zero NITRITIZero NITRATI, Zero Glutine, Zero Lattosio, Zero ZUCCHERI)
– Utilizzo di soli carni fresche (non congelate) di razze italianeeuropee e anche di pregiate razze australiane e giapponesi.
– Lunga Stagionatura. Esclusiva e laboriosa lavorazione che le conferisce più sapore, più profumo e più morbidezza.

Bresaola prodotta in Valtellina

Produrre Bresaole senza ricorrere a conservanti è perfettamente possibile nella Manifattura 4.0 Giò Porro, perchè:

  • Altamente tecnologica (ha vinto il premio industria 4.0) per la tutela della salute del consumatore
  • Utilizza solamente carne fresca (non congelata) e di ottima qualità;
  • Obbligo di osservazione rigorosa delle norme igienico sanitarie;
  • Utilizzare spezie e bovini delle migliori razze;
  • Obbligo di monitorare in modo minuzioso tutti i parametri fisico-chimici;
  • Obbligo di una lunga stagionatura, che viene costantemente controllata, senza alcuna forzatura per abbreviarne i tempi

Quindi se vuoi mangiare Bresaola Genuina senza conservanti, rivolgiti a Giò Porro.

Sei curioso di scoprire la bresaola Giò porro? Visita lo Shop !

 

Lascia un commento