Bresaola Giò Porro: ricetta Ramen Italian Style

Bresaola Giò Porro

Matteo Baronetto Chef bresaola Giò PorroLa bresaola Giò Porro reinventata dallo Chef Matteo Baronetto, lavorando sulla nuova linea Metodo Zero di Giò Porro. Nato piemontese e naturalizzato torinese, Matteo Baronetto ha la carne impressa nella memoria del gusto e in quella delle mani. Farne il cemento per la costruzione di un’altra memoria, nuova e solida, vuol dire quindi per lui semplicemente «ricordarsi come si fanno le cose che negli ultimi vent’anni ci siamo dimenticati di fare». Restare sintonizzati con la natura, per esempio. «Rispettarne i tempi e gli equilibri, senza mai azzardare forzature».

Ricetta Chef Matteo Baronetto: Ramen Italian Style

Ingredienti per il brodo

  • 800 ml fondo di bianco di carne
  • 2g colatura di alici
  • 5g olio di nocciola
  • 4 champignon con terra
  • 1 peperoncino rosso piccolo
  • 1⁄2 spicchio di aglio
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla bianca piccola
  • 10g jus di vitello

Partendo da un classico fondo bianco di carne, aggiungere tutti gli ingredienti a freddo e portare a leggero bollore. Dopo un’ora circa filtrare il tutto con una garza sottile.

Ingredienti per la Polenta fritta

  • 250g polenta di mais
  • 1 l acqua
  • 50g tuorlo pastorizzato

Portare a cottura la polenta, terminata la cottura aggiungere il tuorlo, far raffreddare stendendola su una placca, coppare e friggere in olio di semi.

  • 1 castagna affumicata in fette
  • 3 fette di porro arrostite
  • 3 losanghe di peperone arrostito senza pelle
  • 1 cubo di testina bollita
  • 10g carne cruda
  • 1 piccolo cardoncello al burro
  • 1 uovo cotto a 64°C
  • 3 fette sottili di daikon
  • 3 fette sottili di rapanello
  • 2 piccole foglie di cavolo nero essiccate
  • 30g rafano crudo grattugiato
  • 1 filetto di acciuga del Cantabrico in 3 pezzi
  • 3 nocciole tostate
  • 10g tagliolini di pasta fresca
  • 2 fette di tartufo nero

Comporre il piatto adagiando gli elementi con cura in una fondina e versandovi sopra il brodo bollente.
Servire a parte 3 fette sottili di bresaola Wagyu al porro, che andremo a intingere nel nostro Ramen.

Terminare servendo a parte tre pezzi di polenta precedentemente fritta in abbondante olio.

Bresaola Giò Porro

Produrre Bresaole senza ricorrere a conservanti è perfettamente possibile nella Manifattura 4.0 Giò Porro, perchè:

  • Altamente tecnologica (ha vinto il premio industria 4.0) per la tutela della salute del consumatore
  • Utilizza solamente carne fresca (non congelata) e di ottima qualità;
  • Obbligo di osservazione rigorosa delle norme igienico sanitarie;
  • Utilizzare spezie e bovini delle migliori razze;
  • Obbligo di monitorare in modo minuzioso tutti i parametri fisico-chimici;
  • Obbligo di una lunga stagionatura, che viene costantemente controllata, senza alcuna forzatura per abbreviarne i tempi

BRESAOLAZERO® è una NUOVA ed UNICA bresaola prodotta con il METODOZERO® il quale prevede:
– Zero NITRITIZero NITRATI, Zero Glutine, Zero Lattosio, Zero ZUCCHERI)
– Utilizzo di soli carni fresche (non congelate) di razze italianeeuropee e anche di pregiate razze australiane e giapponesi.
– Lunga Stagionatura. Esclusiva e laboriosa lavorazione che le conferisce più sapore, più profumo e più morbidezza.

Quindi se vuoi mangiare Bresaola Genuina senza conservanti, rivolgiti a Giò Porro.

Sei curioso di scoprire la bresaola Giò porro? Visita lo Shop !

Lascia un commento