Vista: bresaola rosso rubino Giò Porro

Vista: Bresaola rosso rubino 

La caratteristica della bresaola Giò Porro è il colore rosso rubino perchè il mangiare non è solo un’azione da compiere quotidianamente per soddisfare bisogni fisiologici ma è soprattutto un’esperienza sensoriale.
La stagionatura è una delle fasi più importanti durante la quale si vengono a creare consistenze e sapori particolari, è il momento preciso in cui le carni cambiano il loro aroma ed entrano in gioco anche caratteristiche atmosferiche e climatiche in base a temperature, umidità e ventilazione.

Caratteristiche visive: bresaola  Giò Porro

La stagionatura è più breve quanto più piccolo è il pezzo di carne.
Di seguito una linea guida relativa alla marmorizzazione della Bresaola Giò Porro:
Bresaola Rosé: ha una stagionatura di minimo 4 mesi, particolarmente magra, con assenza di marmorizzazione, senza sottili venature di grasso. Presenta un sapore molto fresco e leggero, facilmente digeribile.
Bresaola Angus: ha una stagionatura di minimo 5 mesi, presentando la marmorizzazione di grado medio con alcune venature di grasso. Più morbida a livello di consistenza e con un gusto più maturo, pieno e profumato.
Bresaola Wagyu: ha una stagionatura di minimo 6 mesi, caratterizzata da marmorizzazione di grado intenso, la più burrosa in termini di consistenza e scioglievolezza. Esperienza olfattiva e gustativa più persistente e intensa al palato.

Periodo di consumo: bresaola a vista

Una volta aperta la confezione, è preferibile consumare il prodotto entro le 48 ore per un sapore e una colorazione ottimale, aggiungendo un tocco d’olio extravergine d’oliva.
Possiamo quindi affermare che mangiare è un piacere decisamente soggettivo, e che sulla formazione della vista incidono anche le sensazioni e le esperienze individuali.
Non perdere l’occasione di provare Bresaola Giò Porro!

Lascia un commento

1 × due =